• 1
  • 2


Scuola dell’Infanzia Paritaria "SAN QUIRINO" - San Quirino

Informazioni

  • Servizio offerto: Materna, Nido
  • Intestazione Fiscale: ASSOCIAZIONE “SCUOLA DELL’INFANZIA SAN QUIRINO”
  • Ente Gestore: ASSOCIAZIONE “SCUOLA DELL’INFANZIA SAN QUIRINO”
  • Aree di Coordinamento: A6 - PORDENONE e CORDENONS
  • Indirizzo: Via G. Verdi, 2 (Visualizza la mappa)
  • Indirizzo Nido: Via G. Verdi, 2 (Visualizza la mappa)
  • CAP - Comune - Prov.: 33080 - SAN QUIRINO - (PN)
  • Telefono: 0434.91243
  • Fax.: 0434.1850972
  • Posta elettronica: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Tipologia sezioni Materna: Eterogenee
  • Cucina: Interna
  • Trasporto: SI
  • Allegati:
    scarica DICHIARAZIONE_L.124_2017_contributi_2018_SanQuirino
    scarica DICHIARAZIONE_L.124_2017_contributi_2019_SanQuirino

SERVIZI SCUOLA MATERNA

Orario servizio scolastico: 8.00 - 16.00
Orario servizio Pre - Scuola: 7.30 - 8.00
Orario servizio Post - Scuola: 16.00 - 18.00
Uscita Intermedia: ND

MODELLO PROGRAMMATORIO
La scuola dell’infanzia “San Quirino”al fine di raggiungere le finalità del processo formativo ha optato per una differenziazione nelle modalità di realizzazione dei percorsi educativi tra il gruppo dei piccoli e quello dei medi/grandi.
Il periodo dell’accoglienza e quello immediatamente successivo è rivolto all’osservazione dei bambini attraverso la proposta di attività appositamente strutturate per favorire l’espressione delle diverse dimensioni relative alle aree di apprendimento e ai campi di esperienza via via considerati.
Tale modalità di lavoro si svolge in piccoli o grandi gruppi, in sezione, in laboratorio, o in contesti appositamente strutturati.
Tutta la programmazione prevede momenti di osservazione, necessari ad individuare i bisogni dei bambini e successivi momenti di progettazione al fine di elaborare per ciascuno un percorso formativo idoneo che tenga conto delle sue caratteristiche, dei suoi bisogni e delle sue potenzialità.
I progetti, in quanto strumenti flessibili, sono costantemente monitorati e adattati alle evoluzioni dei bambini dal Collegio Docenti che si occuperà anche della relative compilazione e di tutti gli altri atti programmatori che riguardano l’assetto pedagogico-organizzativo della Scuola e delle schede relative ai traguardi per lo sviluppo delle competenze rispetto alle diverse aree di apprendimento.

AMPLIAMENTO DELL’OFFERTA FORMATIVA
L’ampliamento dell’offerta formativa è considerato dalla nostra scuola un ulteriore occasione di incremento dei punti di vista sul bambino, garantendo in questo modo maggiori possibilità di realizzare scelte didattiche in sintonia con i bisogni e le caratteristiche reali dei bambini. Tra i laboratori e progetti che andremo ad attivare nell’anno scolastico 2012-2013 troviamo:

PROGETTO DI PRATICA PSICOMOTORIA (rivolto a tutti i bambini)
Il progetto segue i principi di B. Aucouturier, psicopedagogista francese che l’ha fondata e creata sostenendone la validità assoluta per il benessere dei bambini.
La pratica psicomotoria educativa e preventiva, per definizione considera l’unità psicosomatica del bambino, si rivolge ai bambini in età compresa tra gli zero e gli otto anni, tenendone presente contemporaneamente l’aspetto motorio affettivo e cognitivo. Essa stimola la creatività, il piacere di fare, di vivere, di essere, potenzia la dimensione simbolica, la rappresentazione e rivolge massima attenzione alla comunicazione non verbale rivelatrice dello stato psico-emozionale del bambino. La psicomotricità si serve di diversi linguaggi: il linguaggio gestuale, l’espressione corporea, la rappresentazione grafico pittorica e la verbalizzazione.
Il bambino in azione, che gioca, che corre, che salta, esprime la sua volontà, i suoi bisogni, i suoi desideri; egli ci racconta tutto se stesso, infatti, è la totalità del bambino che partecipa all’azione.
Attraverso le sue modalità di relazione con i compagni e con gli oggetti, racconta la qualità delle relazioni vissute. Lo scopo principale della proposta è di offrire al bambino la possibilità di vivere liberamente e
spontaneamente esperienze corporee a tutti i livelli: senso-motorie, plastiche, grafiche, cosi che egli possa sperimentare se stesso con le capacità che possiede e con le paure che deve superare.
L’educatore non programma giochi e movimenti come nell’attività ginnico-sportiva ma stimola le risorse, le potenzialità e amplia le capacità comunicative.
Gli obiettivi generali della pratica psicomotoria sono:
• sviluppare la comunicazione
• favorire il processo di creatività e di creazione
• aprire, predisporre il bambino al pensiero operatorio
L’insieme delle sedute è un operazione educativa che consiste nel mettere il bambino in un contesto educativo pensato per lui, per permettergli di vivere e di maturare in un clima di sicurezza, di accettazione fortemente relazionale. In tal modo i bambini hanno la possibilità di fare esperienze nuove, intense e motivanti sia sul piano del rapporto con gli altri che su quello della scoperta delle proprie capacità e/o limiti.

PROGETTO EDUCAZIONE RELIGIOSA (rivolto a tutti i bambini)
Il progetto di educazione religiosa mira allo sviluppo di un corretto atteggiamento nei confronti della religiosità, offrendo i fondamenti per una concezione spirituale, serena ed unitaria del mondo e della vita.
L’educazione religiosa consente al bambino il pieno ed armonico sviluppo della sua personalità, l’affinamento del suo senso morale e dei valori e radica sentimenti di autentica socialità, animati dal rispetto e dall’amore per il prossimo e dall’idea di pace fra gli esseri umani.
Le scansioni dell’anno liturgico costituiscono parte integrante dell’azione educativa e didattica, mirante a far comprendere il significato delle principali feste cristiane.
Il progetto verrà tenuto dalle docenti in possesso dell’idoneità per l’insegnamento della religione cattolica.

LABORATORIO GRAFICO-ARTISTICO “LASCIAMO UNA TRACCIA” (rivolto ai bambini GRANDI)
Il laboratorio porrà l’attenzione su due aspetti principali, quello pittorico e quello grafico.
Le attività guidate e l’esplorazione libera permetterà ai bambini di organizzare la percezione visiva. I colori andranno riconosciuti e conosciuti, sia i primari che i derivati.
L’aspetto del segno verrà indagato mediante un’insolita chiave di lettura attraverso la quale i bambini potranno affinare la motricità fine e la coordinazione oculo-manuale.
I bambini avranno la possibilità di sperimentare differenti tecniche pittoriche, verrà favorita l’espressione della fantasia, dell’immaginazione, superando gli stereotipi, potenziando stili personali e pensiero divergente.
La nozione di colore e l’aspetto grafico verranno, dunque, indagati attraverso una serie di insolite esperienze che serviranno ai bambini come prerequisiti per apprendere scrittura e lettura alla scuola primaria.

LABORATORIO LOGICO – MATEMATICO (rivolto ai bambini GRANDI)
Il laboratorio è finalizzato all’Individuazione Precoce delle Difficoltà di Apprendimento (IPDA).
Si tratta di un percorso basato su un protocollo condiviso tra gli operatori dell’Ambito di Pordenone e le scuole del territorio. Gli aspetti che si andranno ad affrontare sono quelli relativi al grafismo, alla decodifica della scrittura, alla comprensione del testo e ai primi elementi del calcolo.
Le procedure di cui si compone il laboratorio andranno ad integrare il percorso didattico già in essere nella scuola incrementando le competenze linguistiche e logico-matematiche dei bambini.

PROGETTO DI APPROCCIO ALLA LINGUA STRANIERA (rivolto ai bambini MEDI e GRANDI)
I bambini si trovano in un età che favorisce l’apertura e l’attitudine a nuovi apprendimenti grazie al loro atteggiamento di curiosità che ne facilita la memorizzazione.
L’obiettivo del progetto è quello di avvicinare i bambini alla conoscenza di altre culture e di altri popoli permettendo loro di familiarizzare con la lingua straniera, curandone soprattutto la funzione comunicativa.
L’apprendimento della lingua viene presentato sempre in forma ludica. Il gioco sarà fondamentale come veicolo delle attività didattiche: in questo modo si potranno attivare nei bambini l’interesse, la curiosità ed il coinvolgimento.
Le attività saranno prevalentemente orali e si baseranno molto sulla ripetizione corale sia individuale che a gruppi.

LABORATORIO ORTO “L’ARTE…DELL’ORTO” (rivolto ai bambini MEDI)
Il laboratorio continua il percorso iniziato lo scorso anno con i bambini piccoli, sviluppa e amplifica la tematica dell’orticoltura come luogo/tecnica/esperienza di apprendimento trasversale ai vari percorsi didattici.
L’orto, realizzato lo scorso anno nel giardino della scuola, con l’aiuto dell’Associazione Volontari di San Quirino, rappresenta uno strumento di educazione ecologica, in grado di riconnettere i bambini con le radici del cibo e della vita attraverso le attività di semina, cura e raccolta.
Grazie all’esperienza diretta, i bambini acquisiscono nuove conoscenze ed un metodo scientifico.
Il progetto orto vuole proporsi come un’attività nella quale i bambini vengono stimolati ad utilizzare
i propri sensi per mettersi in “contatto con la natura” e sviluppare abilità quali l’esplorazione, l’osservazione e la manipolazione. Un approccio plurisensoriale per conoscere la ciclicità delle colture e delle stagioni per promuovere il consumo di frutta e verdura, elementi nutritivi indispensabili per una corretta alimentazione, a questo progetto, infatti, si unirà un percorso di sensibilizzazione alimentare.

ATELIER “RICICLO ARTISTICO” (rivolto ai bambini MEDI )
Prendendo ispirazione da grandi artisti del 900 e contemporanei, si affronterà il tema del ready-made e della pop art.
Analizzando opere di artisti famosi, si andrà a decontestualizzare con i bambini gli oggetti del quotidiano per rielaborarli in una nuova forma, attribuendogli così una nuova funzione.
Verranno realizzate creazioni che diventeranno “opere d’arte”, sculture che al termine del lavoro andranno a decorare la scuola. Saranno costruiti a più mani dei pannelli o strutture in cui tutti i bambini potranno modificare e creare nuovi elementi, un gioco creativo che si trasformerà in laboratorio d’arte e manipolazione della materia, dove i bambini potranno apprendere concetti d’arte, competenze manuali tecniche sull’utilizzo di materiali.
Sarà valorizzato l’aspetto del riciclo e del riutilizzo, nulla si butta tutto si recupera, ricercando una presa di coscienza del bambino ma anche del genitore. Verrà fatta una riflessione su quanto sia il nostro materiale di scarto quotidiano, su come riutilizzarlo e,magari, su come evitare di produrlo.
Il progetto verrà condotto da Nicolas Valvassori, atelierista, della cui competenza la nostra scuola si avvale già da diversi anni.

LABORATORIO DI MUSICA“ UNA SVIOLINATA DI SUONI “ (rivolto ai bambini PICCOLI, MEDI e GRANDI)
Il laboratorio ha l’intento di creare, partendo dal gioco dei suoni e rumori, un buon rapporto con la musica e, attraverso la musica, un buon rapporto con gli altri.
L’educazione musicale viene intesa come scoperta e manipolazione di suoni e di piccoli strumenti , principalmente a percussione, che i bambini possono interscambiare tra loro e con i quali possono giocare.
Sul piano dei contenuti il laboratorio di musica si colloca nella direzione di lavoro indicata dai pedagogisti J. Dalcroze e C. Orff, i quali propongono un approccio globale alla musica, intesa nella sua accezione più ampia di fenomeno che comprende gesto, suono e parola.
Una parte del progetto musicale sarà incentrata non su parametri ma su attitudini psicologiche, ascolto- invenzione-concentrazione. L’approccio alla musica è sempre e comunque di tipo imitativo, inteso come forma di apprendimento/insegnamento naturale.
L’obiettivo principale è quello di rendere confidenziale il rapporto con la musica, proponendo ai bambini un’altra forma di comunicazione, un altro linguaggio e un’altra forma di stare insieme.
Il progetto di approccio alla lingua straniera ed il laboratorio di musica verranno sviluppati secondo modalità rispondenti alle diverse età dei bambini.

LABORATORIO COLORE E ARTE “UN PITTORE PER AMICO” (rivolto ai bambini PICCOLI)
Il colore è un importante canale di comunicazione e d’espressione ed è una componente fondamentale del codice grafico-pittorico. Il progetto intende stimolare, attraverso l’uso del colore nelle attività espressive e manipolative, l’inventiva, la creatività, la libera espressione e l’immaginazione.
L’approccio ludico è fondamentale, giocando e pasticciando con i colori, utilizzando tecniche e materiali diversi e multiformi, i bambini manifesteranno i propri sentimenti, le proprie emozioni, sviluppando nello stesso tempo abilità oculo-manuali. Attraverso i colori i bambini verranno avvicinati al mondo dell’arte tema conduttore dell’anno scolastico.
Di tutti i progetti, laboratori e dell’atelier artistico vi daremo ulteriori informazioni in corso d’anno una volta definiti gli obiettivi e le linee di sviluppo specifiche a seconda dei bisogni emersi dalle osservazioni dei bambini.
Tutti i progetti, ovviamente,vanno ad integrare il percorso didattico già in essere nella scuola.

SERVIZI NIDO

Orario servizio scolastico: 8.00 - 16.00
Orario servizio Pre - Scuola: 7.30 - 8.00
Orario servizio Post - Scuola: 16.00 - 18.00
Uscita Intermedia: ND

PROGETTO EDUCATIVO

Il Nido integrato della Scuola dell’infanzia San Quirino, in continuità con la propria storia e nel rispetto delle direttive ministeriali, propone un progetto educativo finalizzato a promuovere al meglio l’armonico sviluppo psicofisico del bambino, individuando la specificità dei percorsi di sviluppo del singolo, rispettando i ritmi evolutivi di ciascun soggetto.
Nel caso si presentasse la necessità, nel progetto educativo, sarà prevista l'elaborazione di un progetto specifico per l'integrazione dei bambini in situazione di svantaggio psicofisico e sociale in accordo e/o
con il supporto delle Aziende per l'assistenza sanitaria, il Servizio Sociale del Comune e la famiglia, come prevista dalla Legge Regionale 41/96 art. 6, ne necessaria sarà prevista la presenza di un educatore di sostegno. Nel Progetto educativo, inoltre è prevista l'organizzazione di piccoli gruppi educativi per favorire l'integrazione tra bambini di diversa età ed abilità (art.11 del Regolamento Regionale 4 ottobre 2011 “Ricettività Rapporti Numerici”).
Il percorso proposto al Nido fa sua l’idea di Bambino Competente, unico e irripetibile, che possiede tutto ciò che gli occorre per crescere, in grado di diventare costruttore della sua conoscenza e del suo essere.
Il Nido integrato segue la logica della programmazione per progetti, facendosi promotrice della formazione e dello sviluppo integrale della personalità dei bambini.
Il Nido si propone come ambiente facilitante e contenente, nel senso che offre al bambino stimoli e proposte ma al contempo sicurezza e continuità.

Ultima modifica il Mercoledì, 17 Giugno 2020 18:57

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Sei libero di disattivare i cookie in qualunque momento dal tuo browser. In tal caso non assicuriamo il perfetto funzionamento del sito. Policy Privacy